Aggressione leghista ai Giovani Comunisti di Vercelli!

Riceviamo e volentieri pubblichiamo dai compagni di Vercelli quanto segue. A quanto pare non solo a Pavia vale l’equazione leghisti = squadristi.

Sabato verso le 2,30 di notte, dopo la riuscitissima manifestazione antirazzista, sono stati aggrediti alcuni compagni dei GC dai leghisti. Nella collutazione erano presenti volti noti della politica vercellese,un’assessore provinciale all’ecologia ed un cons. naz. Lega Nord. Un giornale locale, Notizia Oggi, ha distorto la verità dicendo che gli agressori erano i GC e i militanti del csa mattone rosso ( titolando in prima pagina “squadristi rossi in azione”) in vista della campagna elettorale un’ottima propaganda per il probabile candidato a sindaco del centrodestra, proprio il leghista assessore provinciale all’ecologia…
non è la prima volta che i leghisti aggrediscono i nostri compagni…
ecco il comunicato dei GC…per capire meglio le dinamiche…

COMUNICATO STAMPA

Vergogna! Strumentalizzare la situazione venutasi a verificare sabato notte è solamente un atto per raccogliere consensi prima delle elezioni comunali.
Un gruppo di ragazzi, circa cinque persone, alcuni militanti dei Giovani Comunisti altri del csa mattone rosso stavano accompagnando alla macchina un proprio compagno, mentre camminavano uno di loro ha staccato un manifesto della lega nord, attaccato abusivamente.
È bastato questo piccolo gesto per sollevare gli insulti dei militanti e degli esponenti della lega nord verso i giovani ragazzi.
I ragazzi sono stati aggrediti prima verbalmente, per poi essere aggrediti bruscamente con spintoni e calci, nel tafferuglio c?era anche un esponente di spicco della lega nord come Francesco Borasio che certo non si è risparmiato a tirare fuori la violenza.
Circa dopo due minuti sono usciti fuori dal ristorante-pizzeria Capri circa una ventina di fazzoletti verdi (alcuni erano volti noti della politica vercellese) che hanno aggredito anche loro i ragazzi inermi, che alzavano le mani in segno di disprezzo della violenza come strumento di lotta politica.
Un militante dei Giovani Comunisti è stato addirittura preso per il collo e buttato su una macchina.
I/le Giovani Comuniste/i disprezzano la violenza e disprezzano chi usa la violenza come arma politica, questa non è la prima volta che i leghisti aggrediscono i Giovani Comunisti, già l?estate scorsa furono presi a spintonate e offesi i nostri giovani che andarono a contestare il ministro on. Bossi.
Oltre la violenza fisica e verbale, si è passati alla violenza telematica, la casella di posta elettronica delle/dei Giovani Comuniste/i è piena di e-mail di chiara matrice leghista, con insulti e minacce a tutta l’organizzazione e in particolare al coordinatore provinciale dei/delle Giovani Comuniste/i.
Noi non ci fermeremo davanti alla violenza, e alle provocazioni che hanno messo in moto gli esponenti delle lega nord sui giornali locali, facilitati dal loro peso politico, e continueremo la nostra battaglia contro il razzismo e contro i nuovi fascismi.

Giovani Comuniste/i federazione di Vercelli

One Response to “Aggressione leghista ai Giovani Comunisti di Vercelli!”

  1. […] politico, e continueremo la nostra battaglia contro il razzismo e contro i nuovi fascismi. Fonte: Aggressione leghista ai Giovani Comunisti di Vercelli! E uno. if(document.getElementById(‘pbitcustp3709851’).offsetHeight > […]

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.