An chiama, Forza Nuova risponde

Ancora una volta la destra ufficiale e “rispettabile”, incarnata in questo caso da AN di Vigevano e dalla giunta di centrodestra che governa la città, si scambia favori e affettuose pacche sulle spalle con i gruppi di picchiatori nazisti e fascisti che operano nella nostra provincia.
Dopo la decisione della giunta vigevanese di intitolare una via a Sergio Ramelli, neofascista ucciso nel 1975 a Milano, non si fa attendere il ringraziamento di Forza Nuova Vigevano, che fornisce anche l’interpretazione autentica del vergognoso gesto: dare appoggio politico ai naziskin pavesi e vigevanesi che si sono resi responsabili di numerosi aggressioni ai danni di militanti di sinistra, come avvenuto anche il 28 marzo scorso al centro sociale Barattolo di Pavia (per maggiori informazioni clicca qui).
Vincendo il disgusto e per onor di cronaca, riportiamo stralci del comunicato di Forza Nuova Vigevano, firmato dal noto picchiatore Luca Battista:

COMUNICATO STAMPA
La sezione Vigevanese del Movimento Politico Forza Nuova si schiera nettamente a favore dell’intitolazione di una strada cittadina alla giovane vittima del FdG, Sergio Ramelli.
In un’Italia letteralmente invasa da vie intitolate a politici comunisti nostrani e stranieri, in un paese dove l’antifascismo portò (e porta ancora) a far gridare in piazza che: “uccidere un fascista non è reato”, è giusto intitolare una via a Sergio Ramelli, è giusto far sapere ai nostri concittadini quanta e quale sia stata la violenza comunista degli anni ’70, questo non sia mai per riaprire ferite, ma per chiudere invece la questione dell’antifascismo militante che col suo odio cieco fece cadere sull’asfalto Italiano molti giovani colpevoli solo di “pensarla diversamente”.
[…] Verona fu il primo Comune a dedicare una via a Sergio Ramelli, la motivazione portata da Nicola Pasetto (deputato MSI, scomparso giovanissimo da qualche anno) convinse anche la parte “sinistra” della giunta:
“In nome di una pacificazione Nazionale che accomuni in unica pietà i morti di un periodo oscuro della nostra storia e come monito alle generazioni future affinchè simili fatti non debbano più accadere”
[…] Forza Nuova, poi, ribadisce il proprio sostegno all’iniziativa della dedica di una via a Sergio Ramelli, anche alla luce della pesante repressione avvenuta a seguito del tafferuglio scoppiato al Centro Sociale Barattolo, ove militanti del Veneto Fronte Skinheads e di Forza Nuova andarono a contestare Saverio Ferrari, soggetto coinvolto, nel 1975, proprio nel caso di Sergio Ramelli.

Luca Battista
Responsabile Forza Nuova Vigevano

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.