Casamercato riapre Grancasa a Cava Manara ed Alseno

Alla fine le parti in causa sono state di parola e la conclusione è positiva. Il gruppo Grancasa ha acquisito i punto vendita di Casamercato a Cava Manara (PV) ed Alseno (PC). La loro messa in liquidazione tramite il concordato preventivo aveva messo in una preoccupante situazione 149 dipendenti totali, 75 nel pavese e 74 nel piacentino.La conferma della buona notizia è arrivata ieri, appresa ai più dalle colonne del quotidiano locale la Provincia Pavese. Dopo mezzogiorno, le notizie che arrivavano dal Tribunale di Roma si facevano via via sempre più attendibili e positive: l’apertura delle buste ha confermato l’acquisizione da parte di Grancasa, che ha dovuto sostanzialmente raddoppiare l’iniziale offerta di 1 milione di euro, ritenuta troppo bassa ed inferiore al reale valore di mercato durante le frenetiche trattative di quest’estate. Alla fine ci si è accordati per la somma di 3 milioni (quest’estate il vecchio gruppo ne chiedeva 4). L’avvio delle procedure per la mobilità era scattato lo scorso giovedì 1 ottobre, a seguito del fallimentare risultato dell’asta che aveva dovuto, per norme procedurali, escludere l’unico acquirente interessato.Conferma tutto quanto Salvatore Cirillo della FILCAMS-CGIL: “L’acquisizione di Casamercato è cosa fatta. La nuova proprietà si è subito messa al lavoro, stanno provvedendo a sistemare i pavimenti” ha dichiarato ieri a la Provincia Pavese. “Grande soddisfazione” è stata espressa anche dal Sindaco di Cava Manara, Claudia Montagna, la quale si è impegnata in prima persona per coadiuvare gli innumerevoli incontri tra le parti di questi lunghi mesi e che si è personalmente interessata degli sviluppi della vertenza.Con la positiva fine delle procedure burocratiche, torneranno al lavoro la quasi totalità dei/delle dipendenti, per chi resta escluso scatta la cassa integrazione concordata con le Istituzioni. Un piccolo prezzo da pagare per la riassunzione di quasi 70 persone, che però non deve lasciare indifferenti gli attori di questa delicata trattativa: Enti Locali, nuova proprietà e Camera del Lavoro si attivino per consentire ai dipendenti esclusi dall’accordo di trovare al più presto un nuovo impiego. Non sarebbe infatti la prima volta che un’azienda (ri)apre con nuovi dipendenti con contratto precario, ignorando la riassunzione del vecchio personale già ampiamente rodato.Grancasa, con sede a Milano, si è sviluppato dalla metà degli anni ’80 diventando uno dei principali gruppi di grande distribuzione italiani (mobili, elettrodomestici, articoli di arredamento e di utilità domestica); da poco ha aperto un nuovo punto vendita a Mendrisio, in Svizzera, che risulta essere il primo fuori dai confini nazionali. Insieme a Grancasa lavorano le sigle Granbrico (settore del fai da te) e Planet Sport (abbigliamento ed attrezzature sportive). Recentemente si è aggiunta anche la Bossi Arredamenti, sigla di grandi magazzini con punto vendita a Saronno, nel varesino. In ultimo, da ieri, i punti vendita ex-Casamercato di Cava Manara ed Alseno.

Mattia Laconca

10 Responses to “Casamercato riapre Grancasa a Cava Manara ed Alseno”

  1. spett.le Gran casa
    spero in una vostra risposta e in un colloquio con il Vostro personale
    In fede Rastellini Michele
    Distinti Saluti

  2. spett.le grancasa sono un signore si 37 anni sposato con 2 figli e il terzo fra pocchissimo e cerco occupazione come magazziniere montatore di mobili sono di fiorenzuola d’arda provincia di piacenza e spero di potervi essere utile non ho probblemi ne di orari ne di nessun altro genere ero interessato vicino casa ad alseno visto che io vivo abbastanza vicino grazie per l’attenzione spero in una vostra risposta o un colloquio

  3. Alla fine tutti cattivoni questi ricconi però quando si tratta di acquisire una azienda fallita si va sempre dai soliti a rompere i coglioni…. Per me potevano anche rimanere tutti senza lavoro, e sono un operaio di 40 anni…

  4. Salve sono di castell’arquato ho 36 anni,sono stato chiamato per lavore presso da voi nella prima settimana di aprile.il lavoro mi piaceva tanto, ma non nel modo come mi avete trattato come uno schiavo o muletto umano per 15 ore consecutive, da farmi venire dolori alle costole che non mi permettevano di respirare normale e somministrare dei medicinali per non sentire
    le ossa frantumarsi dai dolori. GRAZIE “GRANCASA” di avarmi ancora messo sulla strda dei disoccupati che non sanno come vivere se non hanno un lavoro.
    Distinti Saluti alla direzione.

  5. Buongiorno,sono Luana e ho 21 anni,ho 5 anni di esperienza nel settore commessa e gestione alla clientela…..sono automunita e ho buone conoscenze dell’uso del pc…..
    spero teniate in considerazione la mia candidatura…
    CORDIALI SALUTI

  6. Questo non è il sito di Grancasa.

  7. salve sono agostino ho 35 anni…ho esperienza in tanti campi e anke come magazziniere inoltre inoltre sn molto estroverso e so intrattenere buoni rapporti con le xsone… in più ho tanta anzi tantissima voglia di lavorare..abito a 200mt dalla nuova apertura di gran casa di cava manara..spero ke mi teniate in considerazione…grazie

  8. Agostino, questo non è il sito di Grancasa, ci spiace.

  9. Siete rimasti sempre uguali un coglione che cerca di gestire il personale e il personale tutto che viene sottomesso dal famigerato coglione. Andate avanti sempre così

  10. Mi sembra che gran parte delle persone pensino solo a lamentarsi e non concludono nulla. Sono stati incapaci di gestirsi vengono sfruttati e alla fne pensano solo a se stessi e alle loro esigenze.
    Danno la colpa ai loro simili poveri cristi invece di prendersela con il vero male che sono gli imprenditori.
    Siamo retrocessi a molto tempo fa quando l’ignoranza ci faceva scaricare la rabbia su innocenti invece dovremmo ricorde cosa hanno passato quelli che scioperavano veramente per concederci quello che siamo stati capaci di perdere in questi pochi anni, oppure i nostri emigrati che sonoo stati trattati come noi trattiamo quelli dei giorni nostri. Piccolo sfogo che non porterà a nulla visto che se gli operai sono di destra è tuto dire.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.