Esposto contro sito di Forza Nuova

A Pavia è stato presentato un esposto contro il sito web Pavia Tricolore, organo della sezione pavese di Forza Nuova, che partecipa all’interno del cartello elettorale “Alternativa Sociale con Alessandra Mussolini” alle elezioni amministrative, sostenendo a Pavia il candidato sindaco Gianmatteo Rona. L’esposto è stato steso da Rifondazione Comunista, PdCI, CoRSARi, Folletti URBANI e SPIMo.L’esposto prende di mira i contenuti neofascisti del sito e del suo forum, che contengono:

  • Discorsi di Benito Mussolini, Adolf Hitler e altri esponenti del fascismo e del nazismo, presentati dai gestori del sito o dagli autori degli interventi sul forum in termini celebrativi (“Il migliore” riferito ad Hitler).
  • Prese di posizione con carattere apologetico sul nazionalsocialismo tedesco e sui loro collaboratori italiani (“In particolare oggi voglio ricordare gli uomini della legione SS italiana! Sieg Heil! 88!” – “88” notoriamente sta per “Heil Hitler” in quanto la H è l’ottava lettera dell’alfabeto).
  • Frequenti e insistenti giudizi antisemiti, che sfociano anche nella negazione della persecuzione e dello sterminio contro gli ebrei attuato dal nazifascismo dal 1933 al 1945: “[…] la leggenda ampiamente diffusa, ma erronea, secondo la quale sarebbero stati milioni gli Ebrei uccisi dai Tedeschi durante la II guerra mondiale”; più avanti: “Nei ‘campi di concentramento’ per la salute fisica degli ospiti vi erano anche strutture sportive, campi da tennis, calcetto, ecc. Ma gli americani e i russi comunisti una volta entrati obbligarono gli ebrei a distruggere quelle strutture e li convinsero a negarne l’esistenza. Chi si oppose fu ucciso e la colpa ricadde sui tedeschi”.
  • Frequenti e insistenti giudizi razzisti contro gli africani (chiamati sistematicamente “negri”) e in generale i poveri dei Paesi meno sviluppati (vignetta mostrata con compiacimento: “Fame – carestia – profughi – povertà: il Terzo Mondo ha bisogno di voi. UN GESTO S’IMPONE” accompagnato col “gesto dell’ombrello”…).
  • Frequenti e insistenti giudizi anti-omosessuali, con termini ingiuriosi e inviti all’uccisione dei gay (“Forse il registro dei froci servirà poi per i campi di concentramento??? Speriamo”).
  • Inviti alla guerra contro Paesi confinanti con l’Italia (“Rivendichiamo le nostre terre scippate, Istria, Fiume e Dalmazia, la Corsica e la Svizzera di lingua italiana”. Come ottenerlo? “Uccidi, combatti!”).
  • Inviti generici alla violenza e all’armamento dei gruppi fascisti (proposta di dotare tutti gli iscritti di manganelli e mitragliatrici).
  • Minacce precise a nemici politici (“Io consiglio al Sig. Farina la fustigazione”), calunnie gravissime a nemici politici (“Nichi Vendola (Rifondazione Comunista) […] ha ucciso la compagna di 41 anni […] È successo a San Donato Milanese” – la notizia si riferiva ad un’altra persona ma il nome è stato volutamente cambiato in quello del candidato del PRC alla presidenza della regione Puglia).

Diversamente da altri (Prodi per esempio), noi non riteniamo che la presentazione delle liste che fanno capo ad Alessandra Mussolini sia una “crescita della democrazia”; queste organizzazioni fasciste non dovrebbero esistere e faremo quanto ci è possibile per ostacolare ogni forma di legittimazione di queste idee aberranti.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.