GS-Carrefour: la determinazione paga

Apprendiamo che finalmente la proprietà GS-Carrefour intende rispettare gli impegni presi precedentemente relativi alla chiusura del supermercato della Torretta e il simultaneo reimpiego dei lavoratori del GS della Torretta nel nuovo supermercato sulla Vigentina.

Questo atto, peraltro dovuto, è il frutto della forte mobilitazione delle lavoratrici e dei lavoratori del GS della Torretta e anche dell’impegno profuso dal Partito della Rifondazione Comunista a loro difesa.

Proprio per questo motivo abbiamo sollevato ripetutamente la questione in Consiglio Comunale e invitato le lavoratrici a partecipare ai Consigli Comunali.

Nell’Ordine del Giorno votato all’unanimità dal Consiglio Comunale di Lunedì 29 Ottobre si prevede, tra l’altro, che se non saranno rispettati gli impegni presi, non venga concessa l’apertura del nuovo insediamento commerciale della Vigentina.

Il nostro partito proseguirà a vigilare attentamente che quanto detto dalla proprietà si verifichi nei fatti, in particolare è importante che il contratto di lavoro delle lavoratrici rimanga invariato e che, come prevede l’accordo, per le nuove assunzioni si tenga conto della grave crisi occupazionale dovuta alla chiusura delle fabbriche di Pavia e si dia priorità ai lavoratori che hanno subito queste gravi crisi occupazionali.

Continueremo a sostenere attivamente qualsiasi forma di lotta delle lavoratrici se le promesse verbali non saranno rispettate.

Pavia, 10 novembre 2007
Pasquale Di Tomaso – Consigliere comunale PRC Pavia
Pablo Genova – Segretario Circolo PRC Pavia

One Response to “GS-Carrefour: la determinazione paga”

  1. La multinazionale furbacchiona subito dopo l’annuncio della giornata di sciopero di venerdì sembra aver fatto marcia indietro… Ci prendevano proprio per fessi a quanto pare!

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.