Il sig. Ratzinger non è il benvenuto

In occasione della visita del papa a Pavia (e in contrapposizione alla stessa), sono in preparazione tre iniziative a favore della laicità dello Stato:

  • 21 aprile: Libertà! DICO! Scienza! Assemblea pubblica con Mina Welby, Luigi Garlaschelli, Valerio Pocar, Adele Parrillo, presso la Sala dell’Annunciata di Pavia (piazza Petrarca) alle ore 16. Aderiscono UAAR, SDI, DS, Verdi, PRC, PdCI, FGS, Associazione-Club Fratelli Rosselli. I Giovani Comunisti prima dell’iniziativa si recheranno in piazza Ghinaglia (alle 15) per una breve commemorazione del loro fondatore Ferruccio Ghinaglia.
  • 22 aprile: festa-concerto-fiera presso l’area Vul a Pavia, suoneranno dalle ore 15 in poi gli One Love, i Doppio Senso, i Minority of Gossip e i Red Wine. Ci saranno interventi politici, banchetti con materiale anticlericale, show antipapali ecc.
  • 23 aprile: assemblea pubblica al collegio Cardano di Pavia sui DICO e i PACS con Franco Grillini (presidente onorario Arcigay) e Valerio Angelini (UdU). Organizza Sinistra Giovanile e Coordinamento per il Diritto allo Studio.

Il sig. Ratzinger non è il benvenuto

Pavia si prepara ad accogliere il “pastore tedesco? Joseph Ratzinger: tutte le autorità politiche, i baroni dell’università e del Policlinico, i consiglieri di amministrazione delle banche e delle aziende della provincia sgomitano per conquistarsi il posto migliore all’ipocrita sfilata del 21 e 22 aprile.

Noi, invece, non ci saremo – e non solo perché il 21, alle ore 15, celebreremo l’86° anniversario dell’uccisione del nostro fondatore Ferruccio Ghinaglia nella piazza che porta il suo nome.

Troviamo umiliante che a più di 130 anni dalla caduta dello Stato pontificio, tutta la città sia costretta a genuflettersi di fronte all’ultimo monarca assoluto d’Europa. D’altronde c’è una spiegazione: dietro le chiacchiere sui poveri e sull’altruismo, la Chiesa cattolica è uno dei pilastri del potere in Italia; come aveva capito Mussolini (che nel ’29 firmò il Concordato grazie al quale ancora oggi la Chiesa è in gran parte mantenuta dallo Stato italiano), l’alleanza tra il potere politico, economico e religioso in Italia è il modo più sicuro per assicurare i privilegi della classe dominante.

Negli ultimi anni, in particolare, in parallelo con gli attacchi costanti alle condizioni di vita dei lavoratori, la Chiesa cattolica offre la sponda per politiche reazionarie sul fronte dei diritti civili.

Dopo quasi trent’anni dalla conquista del diritto all’aborto, i diritti di chi ancora non è nato sono strumentalmente privilegiati rispetto a quelli delle madri; con un oscurantismo degno dei periodi peggiori della Controriforma è impedita la sperimentazione scientifica; si tenta con ogni mezzo – compreso il ricatto costante nei confronti del Parlamento – di impedire l’estensione di elementari diritti civili alle coppie di fatto. La Chiesa agisce come un partito politico, parla ogni giorno solo di opposizione all’estensione dei diritti e arriva ad organizzare una manifestazione “per la famiglia? per il prossimo 12 maggio. Così stando le cose, le tournée e i comizi del papa non sono una questione di fede ma sono eventi di propaganda politica reazionaria.

Riteniamo anche vergognoso che Comune e Provincia di Pavia abbiano speso centinaia di migliaia di euro per questa carnevalata, dopo che per anni sono stati tagliati servizi pubblici con la motivazione che “le casse sono vuote?. La città viene vestita a festa perchè gli occhi del pontefice non si posino su antiestetiche scritte sui muri, ma basterebbe scostare le tendine di plastica per rivelare periferie abbandonate a se stesse e scuole che cadono letteralmente a pezzi.

Già sappiamo che Ratzinger pregherà perché gli istituti scolastici siano finanziati maggiormente. Peccato che sia le preghiere che i soldi saranno destinati soltanto alle scuole private!

Entra nei Giovani Comunisti di Pavia !

www.giovanicomunistipavia.org – 349 3535031

Sempre e da sempre, laici ed anticlericali!

One Response to “Il sig. Ratzinger non è il benvenuto”

  1. […] Clicca qui per conoscere tutte le iniziative anti-papa previste per il 21, 22 e 23 aprile. Il 21 aprile si terrà la prima rilevante iniziativa laica ed anticlericale: Libertà!Di.Co.!Scienza! è il titolo scelto per un’assemblea pubblica, lanciata dall’Associazione Luca Coscioni ma a cui hanno dato la loro adesione le federazioni provinciali di Rifondazione Comunista, DS, PdCI, Verdi e SDI. L’assemblea sarà alle 16 presso la Sala dell’Annunciata a Pavia, in piazza Petrarca. La presenza più attesa è quella della coraggiosa vedova di Piergiorgio Welby, Mina, che porterà la testimonianza della sua vicenda. […]

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.