La Grande Albania avanza…

Da tempo le bande reazionarie albanesi dell’Uck commettono ogni genere di atrocita’ contro i serbi del Kossovo (che era parte della Serbia da centinaia di anni, fino all’aggressione imperialista della NATO).
Ormai il fenomeno e’ cosi’ evidente che la stessa NATO e gli stessi osservatori occidentali lo stanno denunciando, che strana forma di pace che hanno portato in tale paese
Il presidente della Federazione Russa Putin ha fatto sapere che la Russia non puo’ stare a guardare…
Riportiamo questo articolo tratto da Liberazione sulla difficile situazione in Kossovo, di cui i governi occidentali sono anch’essi responsabili (al tribunale fantoccio dell’Aia in cui e’ tenuto Milosevic dovrebbero essere processati Clinton e Blair… se non fossero loro gli ispiratori di tale tribunale…). Quello che oggi è sotto gli occhi di tutti rivela la vera natura dell’Uck, altro che “partigiani ribelli” come ci avevano raccontato per giustificare la guerra contro la Serbia…

Pablo Genova

La Nato accusa gli estremisti albanesi. La regione in fiamme
Kosovo, «Una regia dietro le violenze»

C’è un tremendo sussurro che sale mentre le fiamme avvolgono di nuovo il Kosovo e un’altro monastero brucia, un nuovo villaggio guarda impotente la violenza e la fuga, mentre al cielo si levano di nuovo le grida, i simboli e i miti dell’eterna contrapposizione che dallo sprofondo dei secoli torna ad infiammare i Balcani. Il sospetto che, una volta ancora, il vento che sta attizzando il braciere dell’odio etnico tra albanesi e serbi non sia il frutto di un cataclisma naturale, ma il prodotto confezionato di un regia politica. Che ha innescato la miccia con la vecchia tecnica, sperimentata con grande successo nell’ultimo decennio balcanico, di mettere le agende negoziali di fronte a fatti compiuti. Funzionò in Slavonia, nella Herzegovina, a Srebrenica, accadde nell’agosto 1995 nelle Krajine e in cento altre valli ancora. E anche in Kosovo non sarebbe la prima volta. Il conto, provvisorio a ieri sera, sono 28 casse da morto e 600 feriti di cui 22 (tutti serbi) in condizioni gravissime. Senza contare le devastazioni della furia iconoclasta che infierisce sui monumenti e i simulacri che testimoniano la presenza e l’esistenza dall’altro, 16 chiese e monasteri cristiano-ortodossi sono stati distrutti, 100 case di famiglie serbe incendiate o rase al suolo, l’unica moschea di Belgrado in fiamme.

Così i portavoce e i generali della Kfor, ma anche Bruxelles i vertici Nato, hanno attribuito principalmente agli «estremisti albanesi» la responsabilità delle violenze, chiamando in causa i leader di quell’Uck che ufficialmente dovrebbe essere disciolto. Il numero delle truppe dei contingenti internazionali è aumentato di qualche migliaio di unità principalmente nei contingenti italiano, tedesco e francese, una presenza più massiccia con cui i vertici dell’Alleanza sperano di raffreddare gli animi. Nel frattempo meglio evacuare la minoranza serba, soprattutto quelli che vivono isolati nei villaggi albanesi, e ieri circa mille persone sono state evacuate dalle loro case (in molto casi costrette perché non ne volevano sapere di andarsene), ancora nel mirino dell’ondata di violenza che per molti è un deliberato tentativo di eliminare le enclave serbe isolate in “territorio albanese” prima della spartizione del Kosovo.

«Gli albanesi stanno tentando di ripulire il Paese dai serbi e creare un fatto compiuto prima di qualsiasi colloquio», ha detto una fonte diplomatica occidentale citata da Reuters. La stessa ombra degli estremisti albanesi sollevata dall’agenzia Onu per i rifugiati (Unhr), che ieri ha messo in guardia contro «una nuova pulizia etnica ai danni della minoranza serba». Derek Chappell, responsabile dell’Unmik, ha definito gli accadimenti «una azione coordinata». «La violenza è scoppiata in molti posti diversi allo stesso momento, e questo dimostra che era stata pianificata da prima – ha dichiarato il portavoce dell’Unmik ventilando anche la possibilità che la notizia che ha contribuito ad innescare gli scontri – i ragazzi albanesi che hanno raccontato di essersi gettati nel fiume Ibar a Mitrovica perché inseguiti da coetanei serbi – possa essere stata inventata. «Quello che sta accadendo in Kosovo deve purtroppo essere descritto come un pogrom antiserbo: le chiese sono incendiate e la gente attaccata per nessun altro motivo che non sia la appartenenza etnica» ha detto il portavoce Unmik delle Nazioni Unite a Radio B92 di Belgrado.

Teatro delle violenze anche ieri, oltre a Mitrovica dove alcuni militari Nato hanno ucciso un cecchino, Pristina, Caglavica, Prizren, Pec, Gnijlane e altri centri minori. L’arrivo dei rinforzi Nato non sembra tuttavia aver placato quei gruppi di estremisti serbi che, da Belgrado, hanno promesso di andare in Kosovo per «difendere i fratelli». Le autorità serbe hanno fermato ieri numerosi paramilitari che cercavano di varcare il confine, mentre il ministro della Difesa di Serbia e Montenegro Boris Tadic ha detto di «aspettarsi altre violenze» e ha fatto appello alla Nato a fare di più per far fronte a «una situazione terribile». I comandanti delle brigate multinazionali sono stati autorizzati a «fare uso della forza nella misura in cui sarà necessario per assicurare la sicurezza dei nostri soldati, per proteggere la gente innocente in Kosovo e per ristabilire la libertà di movimento in tutto il Kosovo». Fino ad ora le truppe si sono limitate a gas lacrimogeni e proiettili di gomma, a Mitrovica ma anche a Caglavica e ad Obilic, dove gli albanesi hanno sparato contro i soldati che difendevano le case dei serbi.

Ivan Bonfanti

23 Responses to “La Grande Albania avanza…”

  1. mi dispiace per voi ma siete tutti e due ignoranti prima di parlare leggete un po di storia kosovo fa parte della serbia dal 1912 ma prima era dell albania da anno 0 le grande potenze non dovevano spezzare l,albania che cosa fano i serbi in kosovo cosa cercano e voi coglioni che cazzo volete se non sapete le cose come stano e arrivata l,ora di corregere i sbagli che avete fato e tutta colpa vostra

  2. Sapere da quanti secoli il Kosovo facesse o non facesse parte della Serbia non è un tema molto importante per capire cosa stia succedendo adesso in quella zona del mondo. Ad ogni modo, prima del 1912 in realtà il Kosovo faceva parte dell’Impero Ottomano, diventando una provincia a sé stante che in seguito fu suddivisa tra Serbia e Montenegro (nessuna parte di quella provincia era dentro i confini dell’attuale Albania). Prima che arrivassero gli ottomani il Kosovo faceva parte della Serbia. Non c’è mai stata una dominazione albanese sul Kosovo, che per le sue caratteristiche è sempre stato controllato o da grandi potenze (come oggi, che è un protettorato tedesco-statunitense) o da Stati a maggioranza slava (Bulgaria, Serbia, Jugoslavia).
    Che poi sia “tutta colpa nostra” di quanto è accaduto nei Balcani negli ultimi secoli, ci sembra difficile affermarlo vista l’assenza di truppe dei Giovani Comunisti di Pavia nella zona. 🙂

  3. non mi rifferivo ai giovani comunisti di pavia anche se al mio parere i comunisti vano messi tutti alla corda cmq mi riferivo alle grandi potenze secondo te allora siamo tutti turchi non esistono stati nei balcani il primo che prende un pezzo di derra la fa sua anche se egli non apartiene a te e dove lai leto questa pagina di storia che il kosovo apartiene alla serbia se sono arrivati solo nell 7 secolo d.c nei balcani e noi ceravamo gia da un paio di mileni e per la tua cronaca kosovo era dominata dai albanesi dal inizio dei tempi anche il nostro eroe gjergj kastrioti era il re con il consenso di tutti anche se lo rispeto per me era un coglione doveva lascirli pasare i turchi cosi tutta l,europa aveva il burga e qylaf in testa adesso invece di romperci i coglioni a noi adesso

  4. QUESTO ARTICOLO è VERAMENTE SCONCERTANTE… NON HO ALTRE PAROLE!

  5. alban ha ragione il popolo dell’albania come la sua lingua è antichissimo, forse più antico della grecia e se nel corso degli anni è stata conquistata il popolo è sempre rimasto albanese dalla ciameria (nord grecia) al kossovo. nonostante le varie religioni che ci sono un albanese dice che prima di tutto è albanese e non mussulmano o cristiano e parlo anche per gli albanesi del kossovo che sono albanesi al 100% e non serbi.
    Poi come ha detto Alban dovete ringraziare l’Albania se non siete tutti turchi oggi, che gli ha fermati li con grandi vittorie di coraggio. quindi ignoranti muti.. l’albania è piccola ma è grande dentro.

  6. errrrrredddddddddddddddddddddddddddddvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvv

  7. ma i tedeschi dicono bene per italiani.sono inaffidabili.nn li vuole piu nessuno come aleati.i albanesi hanno fatto la storia dell italia.italia e in debito con albania.ha envaso piu volte albania.nell 1939 ha distruto il suo statto democratico.i soldati italiani hanno bruciato case e ucissi in albania e i albanesi non li hanno abandonati quando i tedeschi li cercavano per farli fuori come traditori ma li hanno nascosti nelle loro case.se i tedeschi scoprivano un italiano nascosto fucilavano intera famiglia ma nessun italiano nn e statto consegnato nelle mani tedesche.invece i serbi hanno fatto fuori tanti italiani alla fine della guerra.ma i comunisti sono uguali.basta che sei serbo o slavo e sei rispetato visto che il comunismo e creato da i slavi.italiani nn hanno nulla in comune con i slavi.quelli sono vandali venuti dall asia nell 7 seccolo invece albanesi sono piu da 3 milla anni e sono la razza piu pulita d europa.99%della popolazzione sono albanesi e bianchi.nn lo trovi in nessun paese d europa una popolazzione cosi homogena.i comunisti invece sono bastrdi.per cio heil hitler che ha sterminato piu di 40 milioni di slavi e comunisti.

  8. L’ignoranza avanza da queste parti…..

  9. Decisamente. Anche perché il tizio che ha scritto “Heil Hitler” evidentemente ignora che l’Italia fascista che ha invaso l’Albania è la stessa che era alleata di Hitler, così come ignora che chi ha cacciato fascisti italiani e nazisti tedeschi dall’Albania come dalla Jugoslavia sono stati i comunisti albanesi e jugoslavi (e italiani). Ma è davvero impossibile ristabilire un minimo di logica in un discorso così confuso e inconcludente.

  10. L’Italia Fascista è l’unica ad avere ripristinato l’ordine delle cose nei balcani !
    L’impero Ottomano pagò i danni di guerra alla Serbia,al Montenegro e alla Grecia con dei teritori sotratti all’Albania (l’unica nazione non slava dei balcani e l’unica ad usare l’alfabeto latino!).
    Ma capisco il vostro punto di vista ,siete comunisti e queste dovrebbe bastarmi!
    Voi non avete amore di Patria ne orgolio!
    Quando mori Tito ,(Tito aveva fatto agli italiani fascisti e non ,quello che Millosceviò ha fato in Slovenia,Hrvatska,Bosnia e Kosova cioè la PULIZIA ETNICA)
    Nei vostri discorsi forse non parlate non parlate mai di foibe…?
    Avete bisogno che uno straniero vi dice come son morti degli italiani innocenti per mano Comunista /slava.
    La mano Che i vostri Berlinguer e Pertini andarono a baciare A belgrado nei funerali di Tito!
    Cè una differenza tra noi e voi…
    Voi potete perdonare Ivan Bogdanov per aver messo a ferro e fuoco la citta di Genova …tanto vi ha chiesto scusa ! hahahaha
    Magari ora gli verrà offerto anche qualche posto ,come capo reparto alla Fiat in Serbia ..
    Noi non lo perdoniamo, noi lo stiamo aspettando !
    Poi basta con le stronzate …” Grande Albania”….ecc ecc
    non esiste la grande Albania è un invenzione dei nazional comunisti serbi. Esiste l’Albania e basta!
    Voi acettereste un Italia senza Trentino e la Sicilia (forse si ! visto che i vostri padri comunisti per 40 giorni vendettero Trieste ai serbo/croati).Ma diciamo che l’Italiano medio non lo acetterbbe ,nemmeno NOI.

    Kosova è indipendente è ch se ne frega che i communisti di pavia non la riconoscono …il 98% dei Kosovari ha votato per la propria libertà.

    NOI SAPPIAMO CHE SONO COLPEVOLI.
    LORO SANNO DI ESSERE COLPEVOLI.
    LORO SANNO CHE TUTTI SANNO
    CHE LORO SONO COLPEVOLI.
    E’SOLTANTO CHE LORO CHIAMANO
    LA LORO COLPA “PATTRIOTISMO”
    MENTRE TUTTO IL MONDO LA CHIAMA
    ” CRIMINE CONTRO L’UMANITA’ ”

    Auguri di guarigione amici italiani …. e che il comunismo non vi abbia lasciato danni permanenti!

  11. Caro “maestro” di ignoranza,
    anche nel tuo intervento le fesserie sono così numerose da rendere veramente difficile rispondere in modo diverso da una scrollata di spalle.
    Tanto per cominciare, naturalmente non sono soltanto gli albanesi nei Balcani ad usare l’alfabeto latino, che è usato anche da sloveni, croati e bosniaci. Ma il vero punto è: perché questo dovrebbe essere importante per noi?
    Sei convinto che in quanto comunisti noi abbiamo una particolare predilezione per gli slavi, il che naturalmente è un’idiozia. Siamo internazionalisti e siamo al fianco dei lavoratori albanesi (inclusi i kossovari) così come quelli di qualsiasi altra nazionalità. Il punto è che non siamo disposti a far finta di credere alla favola NATO per cui il Kosovo rappresenti il “diritto di autodeterminazione” degli albanesi del Kosovo e la soluzione per i Balcani sia la creazione di ulteriori frontiere e divisioni etniche. Il Kosovo è uno Stato-fantoccio telecomandato dagli USA e dalla Germania, così come l’Albania è praticamente sotto il controllo della mafia albanese e dello Stato italiano.
    D’altronde con uno che invoca il ruolo positivo del fascismo nei Balcani evidentemente c’è poco da discutere. La cosa più assurda è che in Italia chi difende gli albanesi dal razzismo fascista e leghista siamo solo noi comunisti, forse tu pensi che i fascisti simpatizzino per voi, ma in realtà i fascisti odiano gli albanesi e i musulmani tanto quanto gli slavi.
    Con questi sragionamenti idioti stai solo alimentando l’odio etnico che è uno strumento per dividervi e dominarvi meglio.

  12. PS: In effetti non c’è alcun motivo logico per cui la provincia di Bolzano faccia parte dell’Italia, e in generale non valeva la pena di fare la guerra per avere Trento e Trieste. A cosa è servito?

  13. Compagno MV ,
    molto probabilmente sei abituato a discutere esclusivamente con adolescenti che indossano maglie del Che ,nelle menti atrofizzate dalla marijuana vi è facile impiantare le idee criminali comuniste!
    Ti rispondo punto per punto:

    A- La vostra non solo è una predilezione per tutto ciò che è Slavo ma è una dipendenza ideologica ed economica da Mosca.
    Il giorno che il segretario Occhetto vi disse che non riceveva più l’assegno dalla madre Russia scioglieste il Partito e senza soldi e ordini iniziaste a dar vita alla galassia dei partitini da meno di 4 %.

    B- Se Millosheviç fosse stato un dittatore di destra sono sicuro che avremmo avuto una seconda guerra di Spagna …. ma era un dittatore comunista e vi siete girati dall’altra parte !
    Dove era il vostro “INTERZIONALISMO” quando i minatori di Trepçe erano in sciopero di fame contro la revoca,da parte di Millosheviç, dell’ autonomia concessa dalla costituzione di TITO?
    Come avete manifestato la vostra solidarietà contro il licenziamento in massa dei lavoratori albanofofi dagli enti statali della federazione Jugoslava?
    Come avete reagito d’avanti a Srebrenica o davanti a una partita di calcio giocata da militari serbi con la testa di un prigioniero croato?
    Non che la vostra reazione sarebbe servita a niente … ma cosi per curiosità mi sarebbe piaciuto conoscere il punto di vista ..

    C- Mi irrita la completa incoerenza che vi contraddistingue nelle parole!
    Perchè l’autedeterminazione va bene per la Palestina ma non per Kosova?
    Perchè siete contro il muro di Gaza ma avete nostalgia di quello che divideva gli albanesi?
    Forse perchè la madre Russia che sta dietro i Serbi vi ricompensa ?

    D-Kosova è uno stato fantoccio degli USA (verissimo!)
    Però gli Usa non ti proibiscono di essere istruito nella tua lingua, non mettono i divieti negli ospedali,non ti massacrano perchè non sei “slavo” quindi …. meglio avere uno stato anche se fantoccio che non averlo proprio e continuare a vivere sotto tirannia serba ;).

    C-D’accordo anche per quanto riguarda l’ Albania; che però va detto ,subisce il fascino del “vicino migliore” ovvero l’Italia ,che è sempre meno il paese di Dante che cede il posto a Saviano! (non possiamo mica prendere come riferimento ex jugoslavi di ogni razza e greci)
    Abbiamo iniziato a mangiare pizza e alla fine ci troviamo ad avere la Mafia ( chi sa come mai non esiste una traduzione per la parola mafia ?!?) ma anche qua ….caro Compagno MV per quanto tu non concorda con l’odierna Albania… da uomo pratico ti dico che si vive 100 volte meglio che nell’era del comunismo che andate predicando!
    Poi dateci tempo e ci evolveremmo anche noi e avremo anche noi forse un giorno parlamentari transessuali ,governatori che i trans se li portano a letto ,che sniffano o sono gay col orecchino.
    Noi i segretari del partito col rolex d’oro e porta occhiali al collo gli abbiamo avuti per 50 anni al potere.

    D-Io non invoco il ruolo del fascismo nei balcani ,dico semplicemente che l’Italia Fascista mise fine all’ingiustizia dell’Italia di Sonnino che durante la conferenza di Londra ,stipulando un patto segreto
    con i bolscevichi spartirono l’Albania lasciando fuori della mappa politica 50% del territorio.
    A me il fascismo fà schifo quanto il comunismo e sono le due facie della stessa moneta!(ti voglio sorprendere :mio nonno fu messo in carcere dai Fascisti)

    Ciao M.V e non stancarti molto ad imbrattare i muri con scritte contro i caduti di Nassyria ..

  14. il nazionalismo serbo, per breve tempo addomesticato dopo la caduta di Milosevic, è di nuovo vivo e vegeto con le sue vecchie tattiche. Momir Stojanovic, ex direttore dell’intelligence dell’esercito serbo, ha detto di recente al Glas Javnosti che gli Albanesi stanno programmando un pogrom dei serbi in Kosovo. Questa è la stessa propaganda che preparò e giustificò il riarmo delle milizie serbe e portò alla guerra in Croazia, Bosnia e Kosovo.
    E’ un segnale molto minaccioso per i Balcani, e ci ricorda che senza giustizia non ci sarà mai sicurezza.

  15. Caro “maestro”,
    a parte che, siccome parlavi di alfabeti latino e cirillico, mi tocca informarti che dopo la lettera D viene la E e non la C. Ad ogni modo riconosco lo sforzo di elaborare qualche mezzo ragionamento ma siamo ancora sotto la soglia della coerenza logica. Rispondo sinteticamente, ricordandoti che questo sito e i compagni che lo seguono parlano per se stessi e non certo per chiunque nella storia umana si sia definito “comunista”:

    A. Nessuna predilezione per gli slavi e nessuna dipendenza da Mosca, tantomeno dalla Russia capitalista (ti ricordo che all’epoca della guerra a Mosca c’era Eltsin). Ci sono correnti “comuniste” che hanno abbandonato l’internazionalismo e sono affette da slavofilia, per fortuna costoro non hanno alcuno spazio nei GC di Pavia.

    B. Il nazionalismo serbo è merda.

    C. Esistono popoli oppressi che lottano contro l’imperialismo, esistono popoli che non sono oppressi, esistono anche popoli oppressi (come gli albanesi del Kosovo) che sono strumentalizzati dall’imperialismo. Non possiamo appoggiare l’imperialismo in Iraq perché strumentalizza i kurdi, così come non si poteva appoggiare Hitler perché strumentalizzava i croati.

    D. L’imperialismo USA è merda.

    C (E). Boh, non si è capito cosa vuoi dire.

    D (F). La posizione autentica del bolscevismo, di Lenin e Trotskij, è la federazione socialista degli interi Balcani, unica soluzione concreta che possa garantire l’autonomia e la pace agli innumerevoli popoli che abitano la regione senza fomentare insensate divisioni etniche.

  16. Ecco le belle imprese dei capi del cosiddetto “indipendentismo” kossovaro (in realtà dipendentissimo dalla NATO): Le accuse del Consiglio d’Europa: «Il capo del governo del Kosovo guidava il traffico di organi».

  17. noi albanesi nn abiamo niente contro di serbi.sono un popolo come i altri solo che quelli devono ragionare come si deve.i serbi sono serbi e albanesi sono albanesi.in kosovo i albanesi nn sono venuti da qualche altra parte dell mondo perche nn trovi da nessuna parte un segno della lingua o delle tradizioni e della razza albanese.nn sono caduti ne anche dalla luna.vuol dire che sono autoctoni da l inizzio dell umanita.e se in kosovo la maggioranza dell popolazzione e albanese significa che il kosovo e dei albanesi.invece i slavi hanno gia una madre patria.nn si puo vivere insieme un assassino e la vittima.per cio se i serbi nn vogliono restare con i albanesi in kosovo possono andare tranquilli in serbia perche il kosovo nn sara mai piu una terra serba.puo diventare solo se muoiano 10milioni di albanesi e quando intera europa nn sara in fiame.a me mi dispiace per italiani.albania e stata sempre alleata della italia in bene e in male.quando le nazzioni uniti hanno messo sanzioni contro italia nell 1935 quando avevano ataccato etiopia solo albania e germania nn erano daccordo.anche se 4 anni piu tardi abbiamo subito la stessa sorte del etiopia.italia deve decidere o stare da parte dei alleati storici o da quelli che sono stati sempre i loro nemichi.

  18. Questo ultimo intervento, specialmente nella sua parte finale, conferma che molti indipendentisti kossovari sono filonazisti.

  19. Voi italiani che conocsete bene la storia del albania,volevo domandarvi.Sapete a dirmi,almeno un nome montenegrino o serbo che si chiama Adriatik o Jon. Ne anche in Italia non esiste.Invece in Albania li trovi da per tutto. Solo da questo fatto dovete capire che noi siamo prima de tutti nel Balcano.Tutto l’altra sponda del Adriatico nei tempi dei romani ce statto chiamato Iliria.Siamo noi i discendenti. E che ne sapete voi……

  20. in realtà se vedete garibaldi lui sulle guerre indossava le camicie rosse , una strana cosa e per definire il nostro popolo .il nostro territorio sembra un paese molto piccolo ma in realtà il nostro territorio comprende metà della macedonia, kosovo,un pò della grecia ed noi siamo ILIRI.in quel tempo dicono che IL GRANDE CESARE avesse studiato in albania su un università.e la 1 guerra mondiale fu causata perche volevano il nostro territorio e per altri motivi

  21. se noi riflettiamo sui libri di scuola dicono che gli etruschi non sapevano da dove venissero ma molti siti che o letto dicono che gli etruschi erano albanesi…

  22. VULA E SKENDERBEUT

    NE ARTIKULLIN “ZBULOHET VULA E SKENDERBEUT”,BOTUAR NE GAZETEN”ZERI I POPULLIT”DHE TE SHKRUAR NGA DHIMITER PILIKA,PARAQITET GRAFIKISHT VULA ZYRTARE E SKENDERBEUT.1:NE TE DUKEN QARTE DY ELEMENTE THELBSOR:NE HAPSIREN BRENDARRETHOR TE VULES ESHTE STAMPUAR SHQIPONJA DYKRENORE.
    2:MBI DY KOKAT E SHQIPONJES DUKET QARTE NJE YLL I BARDHE ME GJASHTE CEPA.
    GJITHASHTU,NE MENYRE RRETHORE NE VULE ESHTE SHKRUAR QARTE:
    “SKENDERBEU-KRYEZOT I ARABIT”.

  23. SKENDERBEU DICEVA:
    “LIRIN NUK JUA SOLLA UNE,POR E GJETA KETU!
    …ARMET,NUK JUA SOLLA UNE,POR JU GJETA TE ARMATOSUR!”

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.