La Storia siamo Noi: tutti a Genova!

Sabato [17 novembre 2007] si terrà a Genova una manifestazione per chiedere la verità sugli avvenimenti del G8 del 2001. A sette anni da quei tragici giorni ancora nessuno dei responsabili della sistematica repressione dei movimenti e della caccia all’uomo per le strade di Genova ha pagato.
Dall’archiviazione del procedimento per l’omicidio di Carlo Giuliani (in cui le immagini inconfutabili sono valse meno delle surreali perizie balistiche) alla mancata inchiesta parlamentare, prima promessa in campagna elettorale e poi saltata, l’unica cosa che abbiamo visto è stata la volontà di insabbiare e riscrivere la storia camuffando le violenze della Diaz e le torture di Bolzaneto da effetti collaterali del mantenimento dell’ordine pubblico, legati all’iniziativa di poche mele marce. Non è così: Bolzaneto, la Diaz, le sanguinose cariche ai cortei autorizzati dei disobbedienti e dei pacisfisti fatte con le camionette, le mazze fuori ordinanza e i gas CS (proibiti in guerra ma leciti nelle piazze) sono solo declinazioni particolari di una gestione della piazza finalizzata reprimere con la violenza i movimenti.
Chi invece rischia di pagare caro sono i 25 imputati nei confronti dei quali la requisitoria dei pm ha chiesto complessivamente 225 anni oltre al pagamento di 100.000 euro a testa per danni all’immagine dell’Italia, come se Amnesty International si riferisse ai manifestanti quando parlava “della più grande violazione di diritti umani nelle democrazie occidentali”. Questa manovra, così come il pacchetto sicurezza approvato sull’onda emotiva di un’emergenza criminalità inesistente (dati del viminale alla mano), si propone di criminalizzare tutti quei sogetti, siano rom e migranti in genere, senza dimora o attivisti dei movimenti, che fanno emergere le contraddizioni e le ingiustizie della società in cui viviamo.
Anche da Pavia ci stiamo organizzando per partecipare al corteo di domani, per ribadire che la storia di Genova non si riscrive. Come sempre, con Carlo nel cuore.
Appuntamento per il treno speciale sabato ore 11.15, stazione FS.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.