Lady Abelli agli arresti: Poma dimettiti!

Lady Abelli agli arresti: Poma dimettiti!

L’assessore provinciale Rosanna Gariboldi è stata messa agli arresti. Ciò è avvenuto in seguito al suo coinvolgimento nell’inchiesta riguardante il riciclaggio di denaro ottenuto illecitamente dall’immobiliarista Grossi ai danni dei contribuenti (appalti gonfiati nell’operazione di bonifica dell’area Montecity-S. Giulia). La Gariboldi è la moglie del “Faraone” Giancarlo Abelli, potentissimo parlamentare pavese, vicecoordinatore nazionale del PdL di Berlusconi. Secondo gli inquirenti, grandissime somme di denaro venivano fatte transitare su conti segreti nascosti all’estero; i conti erano della Gariboldi, ma ne era stato nominato procuratore il marito.In passato il presidente della Provincia di Pavia Vittorio Poma e l’intero PdL provinciale avevano dichiarato totale solidarietà alla Gariboldi. Ai consiglieri di Rifondazione che avevano chiesto le dimissioni dell’assessore accusato di gravi abusi di potere, Poma aveva risposto che la sua solidarietà con la Gariboldi e fiducia nei suoi confronti era tale che se avessero voluto chiedere le sue dimissioni avrebbero dovuto chiedere anche quelle del presidente della Provincia. A questo punto, dunque, dia davvero le dimissioni! Ricordiamo che Gianfranco Abelli è sempre stato, anche dichiaratamente, il “protettore politico” del neosindaco pavese Alessandro Cattaneo. Si stanno insomma definendo meglio i confini e la natura del blocco di potere attorno ad Abelli. Chi non ha jet privati e Porsche (di cui a quanto pare potevano godere liberamente i coniugi Abelli-Gariboldi) e non vuole che a parlare a nome loro siano persone di questo tipo, con interessi ben diversi e contrapposti a quelli dei lavoratori, deve fare sentire la propria voce. Per questo esistiamo noi comunisti!

Poma dimettiti!

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.