Lega Ladrona!

Lega Ladrona

Il lupo perde il pelo, ma non il vizio. Dopo il caso di alcuni anni fa sui finanziamenti illeciti presi dalla Montedison, la Lega Nord ha deciso di ripetersi anche a Pavia (questa volta però mettendo direttamente le mani sul denaro pubblico)…

Recentemente, infatti, si è venuto a sapere che l’amministrazione provinciale aveva commissionato negli anni passati una serie di lavori per mitigare la tragica situazione delle scuole pavesi: 9 di questi lavori non sono MAI stati completati e, in alcuni casi, addirittura MAI iniziati! 8 volte su 9 il direttore dei lavori risulta essere tale Ileano Comizzoli, ex segretario della Lega Nord (oggi inattivo politicamente). Ma c’è dell’altro: il signor Comizzoli non era solo un collega di partito dell’attuale assessore all’edilizia scolastica, Angelo Ciocca, ma è anche attualmente il presidente del Consiglio di Amministrazione dello Studio Ciocca di San Genesio (tra l’altro, storica “roccaforte” leghista): insomma, lavora per l’assessore leghista. Ora l’intera amministrazione provinciale, con il presidente Poma in prima fila, sta cercando di giustificare l’accaduto, sostenendo che si tratti di una semplice “questione tecnica”.

Niente affatto: è una questione politica! Si tratta in primo luogo di scelte politiche e, se le accuse saranno confermate, anche di onestà dei partiti coinvolti.

In ogni caso, la verità è che gli studenti di IPSIA, Bordoni e di altre scuole della provincia (Voghera, Broni ecc.) devono ancora una volta ringraziare l’amministrazione provinciale di centro-destra per l’attuale situazione di edilizia scolastica, che ha ormai raggiunto livelli inaccettabili.

Invitiamo inoltre tutti gli studenti pavesi a chiedere spiegazioni su questo fatto agli iscritti al Movimento dei Giovani Padani, la cui presenza ci è stata segnalata da studenti di alcune scuole pavesi. Chissà se costoro, gli stessi che si divertono a scrivere sull’asfalto “Roma Ladrona” a caratteri cubitali, e che si sciacquano ogni giorno la bocca proclamandosi “paladini della legalità”, saranno in grado di trovare delle scuse credibili per spiegare l’ennesimo “magna-magna” in camicia verde perpetrato ai danni dei cittadini, che ricade anche sulla pelle degli studenti, costretti ogni giorno a frequentare scuole fatiscenti, talvolta senza che nemmeno vengano rispettati standard di sicurezza accettabili.

Diciamo BASTA a questa amministrazione, che ancora una volta si è dimostrata incapace di gestire la situazione ormai critica dell’edilizia scolastica.

Chiediamo GIUSTIZIA, affinché si faccia luce su questa vicenda, indicandone i responsabili.

Giovani Comunisti Pavia

Comitato in difesa della Scuola Pubblica

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.