Ricordando la Repubblica di Varzi

La targa alla CrocettaIl 26 settembre una delegazione dei Giovani Comunisti di Pavia, dei CoRSARi e dei Folletti URBANI ha partecipato alle celebrazioni del sessantenario della Liberazione di Varzi.

Avevamo lanciato un appello per la partecipazione alle celebrazioni del 25-26 settembre (avevamo proposto la data di sabato ma i compagni di altre organizzazioni che hanno aderito all’appello hanno proposto la domenica), che hanno ricordato la Liberazione di Varzi dagli occupanti nazisti e dai loro servi repubblichini e la conseguente creazione di una “Zona Libera” sotto controllo partigiano (la “Repubblica di Varzi”).
Angelo Ansaldi ( Le celebrazioni sono state piuttosto “istituzionali” e ha destato grande fastidio l’atteggiamento ipocrita, ambiguo e provocatorio di alcuni esponenti leghisti che hanno commentato con sventolio di fazzoletti verdi i passaggi più duri del vicepresidente nazionale dell’ANPI Tino Casali contro il governo Berlusconi. Non è certo con questa gentaglia e in questo modo che intendiamo cominciare le celebrazioni del sessantenario della Liberazione!
Alla Crocetta: bandiera del PRC e tricolore stellato dei partigiani comunisti Da parte nostra abbiamo cercato di portare una presenza giovanile, con bandiera rossa e tricolore stellato (simbolo delle Brigate Garibaldi), che desse il segno di quello che per noi significa ricordare la Resistenza.

Nel pomeriggio abbiamo fatto un’escursione alla Crocetta, un piccolo edificio tra le colline sopra Varzi, che si raggiunge attraverso una bella scarpinata nel verde (eroica la partecipazione di una compagna al settimo mese di gravidanza!), come testimoniano le foto in questa pagina.

Dalla Crocetta il 18 settembre 1944 partirono alla volta di Varzi i partigiani (tra cui numerosi combattenti antifascisti cecoslovacchi) al comando del celebre Primula Rossa (Angelo Ansaldi). Segnaliamo due siti che parlano, tra le altre cose, delle imprese di Primula Rossa: Varzi Viva e primularossa_43.

APPELLO

Il Coordinamento Federale dei Giovani Comunisti di Pavia propone alla sinistra e in particolare alle organizzazioni giovanili di sinistra, agli attivisti del movimento contro la guerra, del movimento studentesco medio, del movimento universitario, ai compagni dei centri sociali e dei collettivi antifascisti della provincia, di rispondere all’appello giunto dall’ANPI affinché venga degnamente celebrato l’anniversario della Repubblica Partigiana a Varzi.[…]
L’ANPI merita la nostra attenzione e il nostro aiuto soprattutto sul terreno dei coinvolgimento dei giovani sulle tematiche antifasciste; una nostra presenza a Varzi […] potrebbe contribuire a mostrare la vitalità delle tematiche antifasciste anche presso le nuove generazioni. Questo è particolarmente importante oggi che l’ANPI è sottoposto ad un grave taglio dei finanziamenti, che mette in luce il tentativo revisionista di marginalizzare, un passo alla volta, chi difenda la memoria della Resistenza.Mentre si negano fondi alle associazioni partigiane, la maggioranza di centrodestra ritiene necessario riconoscere lo status di legittimi belligeranti alle truppe collaborazioniste dell’occupante nazista durante la Seconda Guerra Mondiale, l’esercito della sedicente “Repubblica Sociale Italiana”, responsabile di torture e fucilazioni di partigiani, massacri indiscriminati contro la popolazione civile, supporto all’occupazione tedesca e complice di importanza decisiva nel rastrellamento di ebrei italiani e altri prigionieri inviati nei campi di concentramento hitleriani. Proprio nelle vicinanze di Varzi, lo scorso 11 settembre, anche quest’anno si è celebrata la vergognosa celebrazione pubblica (con la partecipazione di alcuni giovani neofascisti) dei “caduti di Ponte Crenna” ad opera delle organizzazioni degli ex repubblichini. Chissà che con questa nuova legge l’anno prossimo non sia direttamente lo Stato ad organizzare questa manifestazione! In fondo i fascisti caduti a Ponte Crenna erano “legittimi belligeranti” e i partigiani “banditi e ribelli” come recitavano i manifesti della RSI!

Queste settimane sono anche settimane di mobilitazione contro la guerra in Iraq e per la salvezza delle due Simone e dei due iracheni loro collaboratori rapiti a Baghdad. La manifestazione nazionale di Rifondazione Comunista, che si terrà a Roma proprio il 25 settembre, è un altro appuntamento importante per partecipare al quale la Federazione pavese del PRC sta già organizzando un pullman (invitiamo tutti gli interessanti anche a questa iniziativa a contattare noi o il Partito). Anche noi che abbiamo deciso di restare sul nostro territorio porteremo a Varzi i contenuti di quella manifestazione.

  • PER NON DIMENTICARE LE PAGINE EROICHE DELLA RESISTENZA NELLA NOSTRA PROVINCIA
  • CONTRO IL REVISIONISMO DEL GOVERNO BERLUSCONI
  • PER IL DEGNO RICONOSCIMENTO DELLE ASSOCIAZIONI PARTIGIANE
  • CONTRO LA BEATIFICAZIONE DEI COLLABORAZIONISTI REPUBBLICHINI
  • PER IL RITIRO DELLE TRUPPE DALL’IRAQ E LA LIBERAZIONE DELLE SIMONE E DI TUTTI I PRIGIONIERI DEI TERRORISTI E DEGLI OCCUPANTI
Alla Crocetta: foto di gruppo (manca solo il fotografo!)
Alla Crocetta: vedette partigiane (otto occhi vedono meglio di due)

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.