Strage terrorista a Madrid!

Nel momento in cui scriviamo il numero di vittime accertato delle quattro bombe piazzate in diverse stazioni di Madrid è 173. Ci torna alla memoria la strage fascista alla stazione di Bologna.
Il vile e indiscriminato attentato terrorista ha colpito treni carichi di lavoratori pendolari; questo orrore reazionario merita una condanna senza appello.
Il governo di destra di Aznar specula immediatamente sulla tragedia incolpando ETA. A tre giorni dalle elezioni nessun regalo poteva essere più gradito al Partito Popolare. Tuttavia Otegi, dirigente di Batasuna, nega che l’organizzazione separatista basca abbia responsabilità nel gesto; d’altronde ETA in genere rivendica i propri attentati qualche minuto prima che vengano realizzati e questo non è successo per la strage di oggi, che ricorda piuttosto i metodi fascisti o fondamentalisti islamici. In ogni caso si conferma ancora una volta, questa volta a spese del sangue di migliaia di lavoratori morti e feriti, che il terrorismo individuale gioca a tutto favore della destra e della reazione.
La soluzione della questione nazionale nello Stato spagnolo non sarà certo trovata con questi mezzi, né così si risolveranno i problemi dei popoli arabi. Chi non capisce questo, è oggettivamente un nemico della classe operaia, dei popoli arabi e delle minoranze nazionali nella penisola iberica.
Questo massacro di lavoratori ripugna la nostra coscienza e ai madrileni colpiti dalla follia terrorista porgiamo le nostre condoglianze e la nostra solidarietà più sentita.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.