Tutto costa troppo: scioperiamo anche noi!

Si è svolto oggi (30 novembre 2004) anche a Pavia il corteo dello sciopero generale (purtroppo di sole 4 ore) indetto da tutti i sindacati contro la legge finanziaria varata dal governo. Noi GC abbiamo distribuito, nei giorni scorsi e oggi ai lavoratori, ai pensionati e agli studenti in manifestazione, un volantino che spiega la nostra adesione a questa importante iniziativa sindacale. Il volantino è stato accolto molto positivamente dai manifestanti, molti dei quali hanno voluto contribuire generosamente al nostro autofinanziamento!

Tutto costa troppo e dunque… scioperiamo anche noi!

Per un giovane è diventato impossibile fare una vita normale senza essere troppo di peso alla famiglia!

  • Se usciamo la sera, una birra o un cinema sono diventati un investimento.
  • Studiare è sempre più costoso: le tasse della scuola o dell’università crescono continuamente, i libri costano come se fossero d’oro ma è proibito fotocopiarne più del 30% e lo Stato non fa niente per moderarne i prezzi.
  • Non parliamo degli spostamenti: i trasporti pubblici vengono privatizzati e sono sempre più cari (e inefficienti) e un pieno di benzina comporta sempre un vuoto di portafoglio, ma abitare a Pavia è sempre più costoso per chi vuole studiare qui!

Eppure il governo…

  • …cerca a tutti i costi di ridurre le tasse ai ricchi, riducendo il numero di aliquote fiscali (cioè riducendo la differenza fra la percentuale che paga Berlusconi e quella che paga un operaio) e aumentando gli sgravi e le sovvenzioni alle imprese;
  • …limita la spesa sociale, tra cui i soldi per far funzionare le nostre scuole e le nostre università, o gli stipendi dei nostri genitori se sono dipendenti pubblici;
  • …spende centinaia di milioni di euro per la sanguinosa occupazione militare dell’Iraq e sciupa miliardi in altre spese militari (l’Italia si è dotata di una nuova portaerei che, compreso l’arsenale di bordo, costerà 1 390 000 000 euro!).

Noi ci siamo stufati e martedì mattina ti invitiamo a partecipare con noi allo

SCIOPERO GENERALE

(martedì 30 novembre, concentramento ore 9 piazza Stazione) indetto da tutti i sindacati contro questa legge finanziaria ingiusta, chiedendo

  • Scuole e Università davvero per tutti, pubbliche e ben finanziate dallo Stato, gratuite per i redditi medio-bassi;
  • trasporti pubblici e gratuiti per gli studenti e i giovani, fermando e invertendo i processi di privatizzazione che hanno fatto solo disastri;
  • la fine dei lavori precari e sottopagati per i giovani; anche a Pavia ci sono posti dove si lavora per 5, 4, 3 euro all’ora con contratti iperprecari: è uno scandalo!!
  • una legge per cui se l’inflazione reale è per esempio del 4%, i salari e gli stipendi devono salire automaticamente del 4% (“scala mobile”): in Italia in passato questo meccanismo esisteva, perché non può tornare? questo aiuterebbe noi e le nostre famiglie a non farci rapinare ogni mese dal carovita!
  • un reddito minimo garantito per i periodi di disoccupazione.
Giovani Comunisti Pavia

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.